venerdì 30 maggio 2008

Piatti piani - scendo al quarto, grazie



Fish Eddy l'ho conosciuto tempo fa, dal sito di Pantone©, per il quale distribuisce i piatti ufficiali.
Ed ecco qui i piatti che dovrò comprare se davvero decidessi di iniziare a fare l'Architetto.

Mi chiedevo se non fosse una bella idea stampare su questi piatti anche piante di edifici storicamente importanti, come Casa Farnsworth o casa Kaufmann. Insomma Archi-oriented.

Si, potrebbe essere questo un altro modo per 'festeggiare' un mia svolta epocale personale.

Nel frattempo ho trovato un altro blog interessante blackwhitebliss.blogspot.com, di un collega graphic designer, il più possibile in B/W ma qui e li qualche nota di colore non guasta.

Poi la bicicletta Legano da corsa è andata e spero che quest'anno partecipi davvero all'Eroica, credo sia il modo migliore e più soddisfacente per godersi quelle biciclette.

giovedì 29 maggio 2008

The East End boys and West End girls

Tutto può essere reso graficamente, dipende solo dal concetto da esprimere e dalla bravura di chi deve trovarne la sintesi.
Designer di origine cinese, Yang Liu studia in Inghilterra e Germania, si laurea alla facoltà di Arte di Berlino, città dove tornerà dopo aver collaborato con studi di Londra e New York. Curriculum molto interessante per una giovane grafica, vincitrice di molti premi internazionali.

Ora si può trovare in giro per il mondo in mostra un suo progetto che analizza i comportamenti sociali e mette a paragone ciò che può avvenire in Germania, con la visione delle cose che invece può esserci in Cina. Una cinese cresciuta in Germania è la persona più adatta a questo e un talento grafico è il miglio modo di rendere accessibile questa ancestrale differenza tra l'Occidente e l'estremo Oriente.

Lamentarsi


Il tono di voce al ristorante


Canone estetico


Lo sviluppo dei mezzi di locomozione


Certo viene subito da fare paragone con l'Italia. Un po' vicina alla Germania, ma anche vicina alla Cina.

mercoledì 28 maggio 2008

super fast

Oggi solo 2 veloci segnalazioni.


Io domani sarò li con Matteo.

E guardate un po' cosa ho messo su Ebay.


Una Legnano di inizio anni 70 con gruppo Campagnolo Valentino. Bellissima!
Qui l'asta.

lunedì 26 maggio 2008

Keep The Faith

Ecco il vino che ogni Wine Connoisseur dovrebbe avere:


Non viene specificato dove sia prodotto, imbottigliato ecc. sappiamo solo che è un cabernet souvignon del 2002, ma quel che importa è che è puro Hard Rock!

Anche disponibile il Lost Highway cabernet sauvignon del 2004:


Tutto disponibile al Celebrationcellars.com
Un regalo elegante e sicuramente apprezzato.

Gurdate ache il vino di Madonna e dei Rolling Stones.

Monday Morning

Ecco alcuni oggetti interessanti trovati su Ebay. Anche se non credo che Ebay italiano sia un buon posto per compare modernariato, come d'altronde in Italia in generale i prezzi sono altissimi, gli oggetti e mobili di modernariato sono discutibili e tutti credono che il vecchio comò anni '70 possa valere una fortuna... comunque ecco qui.

venerdì 23 maggio 2008

Un colpo di vento, un soffio
e ad un tratto, tutto!
È bastato un abbraccio
e con un balzo giù nell’abisso,
un precipizio in fondo al quale
ti incontro.
Un delirio
nel quale mi perdo e nascondo;
poi fuggo, discendo, risalgo...
ora sogno!
Alle spalle le gabbie,
oltre il muro e le nebbie,
sopra il grigio,
l’opaco dei giorni, del tempo...
Adesso è tutto diverso;
mi scoppia la testa, sussulto,
come dopo il diluvio,
rinasco, più puro,
anche l’aria;
un fantastico volo,
non più solo.
Adesso è tutto diverso,
i profumi, i colori,
i confini, i pensieri.


1979, Nostalgie (part.),
olio e pastelli su carta, cm.36,5x33

Prodigi, momenti irripetibili,
così lontani, così incerti,
vaghi;
vissuti forse da qualcun altro?
Immaginati?
Eppure così limpidamente presenti.
La vita accende all’improvviso
bagliori, contorni:
il greto di un fiume,
sassi ardenti,
due corpi palpitanti;
e ancora visi noti,
nomi dilapidati dal tempo,
iniziali traballanti,
solchi fertili della memoria,
nostalgie.


1979, Emme le macerie del passato (part.),
olio e pastelli su carta, cm.32x49

Emme, alla malora,
solo un momento,
mi riprendo e
mi riperdo.
Emme, che designi
le afflizioni,
che disegni tanti cerchi,
nell’acqua,
strabiliante,
seducente,
eclissata come un arco;
Emme, le macerie del passato,
gli spigoli del mondo.



Cuori Spezzati
Video
foto: Marco Volpati
testo: Stefano Sibella
musiche: Franco Dodaro
eseguite da Rosella Delfino (flauto)
e Franco Dodaro (chitarra)
voce recitante: Angela Ottone
realizzazione tecnica:
Guglielmo Incerti Caselli

Marco Volpati è una delle persone più speciali che abbia mai conosciuto. Una persona che comunica con gli occhi, con i gesti e con parole docili e tranquille. Con la sua arte tocca i lati romantici e allo stesso drammatici del nostro cuore, li dove siamo più sensibili.
Marco mi ha permesso di mostrare parte del suo lavoro, che ormai ha fatto un po' di polvere, ma è proprio ora che diventa interessante. Gioie, timori, paure, quelli che noi tutti proviamo, come sono mutati nel tempo e come i mezzi i oggi possono esplorare luoghi del nostro inconscio più profondo. Un gruppo di amici hanno dato risposte, e spero qui in alcune puntate di riuscire a darvene degli assaggi.

ride my bicycle


Mi piacerebbe una bici come questa, completamente nera, magari con telaio da pista e fissa.
In questo modo verrebbe fuori il mio lato street on a style (mia versione dello street-style).

E perchè no, anche la versione ripiegabile, da agente segreto, sempre total black.

giovedì 22 maggio 2008

Il mistero svelato

Finalmente qualcuno ha trovato la fonte dell'unico testo che noi grafici realmente leggiamo.
Perché quando si impagina, non si legge, e quindi tra le nostre mani potrebbe passare qualunque cosa. Ma l'unico testo che noi conosciamo bene, che potremmo recitare a memoria è questo:

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

Nessuno ha mai saputo da dove venisse, studi su tutti i testi latini hanno faticosamente portato a darci finalmente tracce sulla nostra cultura e sulla nostra condizione di Grafici.

Pare che l'uso del Lorem Ipsum come finto testo per riempire lo spazio venga addirittura dal 1500 e qui probabilmente si persero le tracce della sua provenienza. Ecco che un professore di latino, tale Richard McClintock del Hampden-Sydney College in Virginia rimase incuriosito da un oscuro passaggio: consectetur e da li iniziò la sua ricerca per trovare le origini di questo testo, tanto usato, tanto conosciuto, ma misteriosamente ne era scomparsa la provenienza.
Sembra quindi che questo sia un estratto dal "Finibus Bonorum et Malorum" di Cicerone, risalente al 45 a.C.



Cercando proprio in google una parte di questo testo, che normalmente trovo in wikipedia, ho trovato un sito dedicato proprio al testo sacro dei grafici impaginatori.

LOREM IPSUM.COM non solo racconta dettagliatamente le origini e le curiosità sulle formule magiche della grafica, ma anche permette di creare una quantità di testo necessaria, per avere una giusta spaziatura. Nello shop, come fosse un negozietto di articoli religiosi, si trovano gadget basic, ma carini.

Un passaggio toccante:
"Neque porro quisquam est qui dolorem ipsum quia dolor sit amet, consectetur, adipisci velit..."
"Non c’è nessuno a cui piaccia il dolore in sé, che lo ricerchi e che voglia riceverlo, semplicemente perché è dolore..."

mercoledì 21 maggio 2008

vienna city guide*part 4


Here's the last chapter of the Vienna city guide. I hope all this would ever come usefull to anyone and I hope you'll enjoy Vienna, a city I love.

Born to shop
Polyklamott
Vintage and youg designer shop. My favourite in town!
Hofmuehlgasse 6.
1060 Vienna
+43 1 9690337
www.polyklamott.at.

Bananas
Vintage furniture and retro objects.
Kettenbrückengasse 14
1040 Vienna
+43 664 3129449
www.bananas.at

Gatto
Retro bags and furnitere, made by hand by a family of young designers.
kettenbrückengasse 14

1040 Vienna

+43 699 11 50 56 65
www.gatto-moebel.at

Lomoshop
Curiosity and design shop.
1 Museumsplatz
1070 Vienna
+43 (0) 1 523 70 16

Park
The place to find designer clothes, austrian and international designer, such as Hussein Chalayan or Raf Simons and Stephan Schneider.
Mondscheingasse 20
1070 Vienna
+43 1 526 44 14
www.park.co.at

RAUMINHALT
Design furniture shop.
Schleifmühlgasse 13
1040 Vienna
+43 1 409 98 92
www.rauminhalt.at

SONG
That shop propose the must on designer clothes, it also host a room entierely dedicated to Martin Margiela.
Praterstraße 11–13 
1020 Vienna
+43 1 532 28 58
www.song.at

Nostagische Mode
Real vintage and retro clothing.
Schleifmühlgasse 15a
1040 Vienna
+43 (1) 5860773

Be a good girl
Clothes, shoes, accessories, books, music, urban toys and hair products, but also a hair salon. All you need to be a good girl.
Westbahnstrasse
1070 Vienna
+43 1 5244728
www.beagoodgirl.com

Rag
Urban style clothes and Vans super market.
Mariahilfer Straße
1070 Vienna
+43 1 5236797
www.rag.co.at

Rattle snake
All you need to put out your rock'n'roll style.
Kirchengasse 3
1070 Vienna
+43 1 5267022
www.rattlesnake.co.at

Bootik54
Groovy and retro clothes and objects.
Neubaugasse 54
1070 Vienna
www.kamikaz.at/bootik54

RAVE UP RECORDS
Record store. Good vinyl selection for Indie and alternative.
HOFMÜHLGASSE 1
1060 Vienna
+43 1 596 96 50
www.rave-up.at

SUBSTANCE
Record store. Good vinyl selection for Wave and Electro.
Westbahnstrasse 16
1070 Vienna
+43 1 523 67 57
www.substance-store.com

I also have to mention:
Aida - backery
various locations
www.aida.at


Julius Meinl am Graben
gourmet shop
www.meinlamgraben.at


Viennese markets

Naschmarkt
Right by the Secession and the Theater an der Wien: Vienna’s largest and best known market offers a mixture of Viennese and international specialities.
Flea market (6.30am-4pm) every Saturday.
Mon-Fri 6am-7.30pm, Sat 6am-5pm, food stalls: Mon-Sat 6am-11pm
4., Wienzeile
U1, U2, U4: Karlsplatz

Karmelitermarkt
The Orient in Vienna – just a stone’s throw from the old city!
Mon-Fri 6am-7.30pm, Sat 6am-5pm
2., Krummbaumgasse / Leopoldsgasse / Haidgasse
Tram N, 21: Karmeliterplatz, Bus 5A: Tandelmarktgasse

Rochusmarkt
On an attractive shopping street: groceries, fruit, vegetables, flowers and a wide range of cheeses.
Mon-Fri 6am-7.30pm, Sat 6am-5pm
3., Landstrasser Hauptstrasse Corner Rasumofskygasse
U3, Bus 74A, 79A: Rochusgasse

Brunnenmarkt
The only stable street market in Vienna, you can find almost everything.
In the multicultural district of Ottakring: Mon-Fri 6am-7.30pm, Sat 6am-5pm
16., Brunnengasse / Yppengasse
U6: Thaliastrasse, Josephstädter Strasse
Tram J, 46: Brunnengasse

Riso Amaro (1949)

Rimango in tema cinematografico.
Vorrei citare un importantissimo e bellissimo film, che vede tra le protagoniste Silvana Mangano, stella nascente e sex symbol e il grande Vittorio Gassman.

Ecco, ma che fine hanno fatto le mondine? Belle donne, fiere e orgogliose della loro vita, del loro passato e dei propri valori. Una mondina lavora sodo, in condizioni di vita misere e faticose, ma con la dignità e il valore di poter stare a testa alta.

Oggi i modelli femminili sono quelli di Sex And The City, cioè donne bruttissime, che scoprono la gioventù troppo in là con gli anni, che devono coprirsi di griffe per avere una identità e tutto ciò che vogliono è realizzarsi sposando un uomo ricco che possa mantenerle nell'ozio e nella vanità.

Il lavoro è un valore, come lo sono il sacrificio e l'amore, per noi stessi e per gli altri. Ma tutto ciò oggi è messo in secondo piano, siamo tutti ingolositi dalla ricchezza, dall'ozio, dall'ostentazione. Io forse non dovrei parlare di umiltà e semplicità, essendo un dandy mancato, un provetto esteta ed avendo un'aria molto superficiale, ma so che in fondo sarei il primo a sacrificarmi per la mia individualità, a lottare perchè l'integrità delle mie idee non venga offuscata dalla pigrizia.
Io dico: RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE! Sbattiamoci per qualcosa, diamo sfogo alla nostra creatività, riempiamoci le giornate con qualcosa di gratificante, che a non far nulla sono capaci tutti, ma per essere orgogliosi di noi stessi ci vuole coraggio e forza di volontà.

martedì 20 maggio 2008

MILANO 26-29 novembre 2008

Se non sapete cosa regalarmi per il prossimo compleanno, ecco un'idea.
Ultimamente mi sto avvicinando sempre di più alle due ruote. Sarà la mancanza di un'automobile, o il piacere che si prova a girare velocemente per la città, il sempre più importante rispetto ecologico e sostenibile, ognuno drebbe fare il possibile per consumare meno e non inquinare.

Comunque, sto preparando una seconda bici, più sportiva... sempre Bianchi, ovviamente, ormai una vera passione.
In novembre, oltre al mio 17esimo compleanno ci sarà il Bicycle Film Festival manifestazione del quale non conosco molto e quest'anno vorrò seguire. A supporto Brooks ha preparato una sella edizione limitata, sullo storico modello Swallow, ma in un britannico verde. Questo modello risale al 1937, inizialmente depositato e venduto in Francia, largamente usato da praticamente tutti i ciclisti professionisti.

La Green Swallow BFF Limited Edition supporterà con 100€ ogni sella, del costo di 159€, il Bicycle Film Festival.

Sul sito Brooks è possibile ordinare la sella numero 79. Grazie a chi mi farà questo apprezzatissimo dono!

lunedì 19 maggio 2008

Rain Raiiiin


Settimana scorsa siamo stati ad Arona (No) per 3 giorni. Impegni di lavoro di Paola ci hanno fatto conoscere meglio una cittadina sul lago maggiore, non molto distante da Milano.

Le impressioni generali portano ad un unico consiglio: non andate mai ad Arona! Note: ristorantini, neanche direttamente sul lago, ma sulla strada 'principale'; la passeggiata lungolago, neanche granchè curata...

Sotto un'acquazzone primaverile ho intravisto Stresa, e qui si che forse sarebbe consigliabile il soggiorno almeno in uno dei bellissimi alberghi liberty di inizio XX secolo.
Qualche hotel:
Grand Hotel des Iles Borromèes *****L
28838 Stresa (VB) - 67, Corso Umberto I
tel: 0323938938 - fax: 032332405
con un centro benessere stupendo

Albergo Grand Hotel Bristol Direzione Ricevimento Zacchera ****
28838 Stresa (VB) - CORSO UMBERTO I
tel: 0323 32601

mercoledì 14 maggio 2008

Guest blog - Milano da scoprire

Un prezioso contributo da Giulia, giovane architetto di Milano, ci consiglia di visitare due luoghi preziosi in città.

Milano è una città che riesce più spesso a farsi odiare che amare…eppure in sé cela tesori meravigliosi che, come una vecchia ostrica dispotica e gelosa della propria perla, svela a fatica agli occhi dei passanti frettolosi e indaffarati,
Questo blog tenta di svelare alcuni di questi segreti, perché se dobbiamo vivere Milano, cerchiamo almeno di farlo con stile…ed ecco, ora proverò a dare il mio contributo!

Una delle peculiarità interessanti di Milano, oltre all’aperitivo, sono i musei civici…facendo una passeggiata nei dintorni dei giardini di via Palestro, lo scorso week end ne ho visitati un paio…completamente gratuiti, davvero inaspettati e interessanti.

Il Museo dell’ottocento in villa Belgiojoso Bonaparte la cui Galleria d’Arte Moderna venne inaugurata nel 1921.


© Comune di Milano


"Ad essa spettava il compito di accogliere le opere del periodo neoclassico a quelle dei maestri viventi. Già con la donazione delle opere futuriste fatta da Antonio Canavese nel 1934, la Galleria rivelava i suo limiti di spazio. Dal dopoguerra le opere del Novecento vengono destinate ad altre sedi.
Alla Galleria appartengono anche alcuni preziosi nuclei collezionistici: la collezione Grassi con opere dell’Ottocento italiano e francese, la collezione Vismara e il Museo Marino Marini che, dedicati a autori del Novecento, sono cronologicamente più affini alle collezioni del Civico Museo d’Arte Contemporanea in attesa della sua sede definitiva in Piazza Duomo.
Con i suoi duemila dipinti e settecento sculture la Villa sta sempre più definendo la sua specificità di Museo dell’Ottocento. Il percorso attuale del museo, che oggi si chiude con il Quarto stato di Pellizza da Volpedo, è un saggio preliminare di quello definitivo che sarà possibile realizzare una volta completato il restauro dell’edificio e il rinnovamento dell’allestimento.”

Via Palestro 16

Milano

tel.0039-02-76340809 (il martedì ore 10.00 – 12.00 e 15.00 – 16.00)

Mezzi pubblici
 - MM1 Palestro, MM3 Turati
Bus 94-61-54
Orari apertura: da martedì a domenica ore 9.00 -13.00 e 14.00 – 17.30
Biglietto d'ingresso

Gratuito
Web

La Casa-Museo Boschi – Di Stefano, all’interno dell’elegante palazzina anni ’30 progettata dell’architetto Portaluppi.

“La casa di due coniugi, Antonio Boschi e Marieda Di Stefano, con le opere che avevano scelto, amato e collezionato torna a vivere. La generosità e l'amore per la propria città indussero, infatti, l'ingegnere Boschi a donare al Comune l'intera collezione.


La Casa Museo Boschi-Di Stefano aperta al pubblico dal 5 febbraio 2003 si presenta ai visitatori come uno scrigno ricco di capolavori di un consistente numero di artisti del Novecento tra cui De Pisìs, Carrà, Fontana, De Chirico, Morandi, Sironi per una delle collezioni di arte italiana del Novecento più ricche e straordinarie.



Il Comune di Milano e la Fondazione Boschi - Di Stefano, nata per iniziativa del Comune di Milano e degli eredi Boschi, sono impegnati in iniziative finalizzate a mantenere vivo l'interesse culturale e alla valorizzazione delle opere in collezione.”


Via Jan, 15 - 2° piano

20129 Milano

tel.0039-02-20240568
fax. 0039-02-2040257

Direzione:Raccolte d'Arte - Castello Sforzesco - tel. 02 88463650

Mezzi pubblici
 - MM1 Lima
Orari apertura: 
da mercoledì a domenica ore 14.00 -18.00
Biglietto d'ingresso

Gratuito
Web

Altri musei civici di Milano sono Museo del Castello Sforzesco, Museo Egizio, Museo della Preistoria e Protostoria, Museo d’Arte Antica, Pinacoteca, Museo Archeologico, Museo studio Francesco Messina, Museo di Milano, Museo di storia Contemporanea, Museo del Risorgimento, Museo di storia naturale.

Per avere maggiori informazioni potete consultare il sito del comune

Le foto della Casa-Museo Boschi – Di Stefano sono di Giulia.

martedì 13 maggio 2008

Vienna city guide*part 3

It's now time for some typical stuff.
What to see in a tourist visit of the town and where to stay.


Sights

Albertina

Augustinerstraße 1
1010 Vienna
+43 1 534830
www.albertina.at

Leopold museum
Museumsplatz 1
1070 Vienna
+43 1 525 70 - 0
www.leopoldmuseum.org

MUMOK
Museumsplatz 1
1070 Vienna
+43 1 52500
www.mumok.at

MAK - Österreichisches Museum fuer angewandte Kunst
Austrian Museum of
Applied Arts / Contemporary Art
Stubenring 5
1010 Vienna

+43-1 711 36-0
www.mak.at/

Belvedere
www.belvedere.at/


Sigmund Freud Museum Wien
Berggasse 19
1090 Wien
+43-1- 319 15 96
www.freud-museum.at

Patologic anatomy museum
Austria Uni Campus, Spitalgasse 2
1090 Vienna
+43 1 406 86 72 / 2,
www.narrenturm.info/

Kusthistorische museum
Main Building
Maria Theresien-Platz
1010 Vienna
+43 1 525 24- 0

Neue Burg
Entrance Heldenplatz
1010 Vienna
Tel. +43 1 525 24- 0

Schatzkammer
Schweizerhof
1010 Vienna,
+43 1 525 24- 0

Wagenburg
Schloß Schönbrunn
1130 Vienna
+43 1 525 24- 0

Museum of Ethnology
Neue Burg
1010 Vienna
+43 1 525 24- 0
www.ethno-museum.ac.at

Austrian Theatre Museum
Palais Lobkowitz
Lobkowitzplatz 2
1010 Vienna
Tel. +43 1 525 24- 0
www.theatermuseum.at


Naturhistorische museum
Burgring 7
1010 Vienna
+43 (1) 521 77 - 0
www.nhm-wien.ac.at/

KunstHaus Wien
Untere Weißgerberstraße 13
1020 Vienna
+43 1 71204910
- www.kunsthauswien.com

Kunsthalle wien
Kunsthalle Wien in the Museum Quarter
Museumsplatz 1
1070 Vienna
+43 1 521 89-33

Kunstlerhaus
Karlsplatz 5
1010 Vienna
+43 1 587 9663

Wien Musem
Karlsplatz
1040 Wien
www.wienmuseum.at

Secession
Wiener Secession, Association of Visual Artists
Friedrichstraße 12
1010 Wien
+43-1-587 53 07
www.secession.at

Where to sleep
hotel|KUNSThof ****/**
Mühlfeldgasse 13
1020 Vienna
+43(1)2143178
www.hotelkunsthof.at

Hotel Johann Strauss
Favoritenstraße 12
1040 Vienna
+43 1 505 76 24
www.hotel-johann-strauss.at

Hotel Bristol *****L
Kaerntner Ring 1
1015 Vienna
+43 1 515160
www.westin.com/bristol

ALTSTADT VIENNA ****

Kirchengasse 41 
1070 Vienna
+43 1 522 66 66
www.altstadt.at

venerdì 9 maggio 2008

Fish design

Doppio post per oggi... è venerdì, cuciniamo del pesce!
Vediamo un po' cosa è venuto fuori da una chiaccherata su messenger tra noi star-child*.

Rob dice: (12:01:33)

facciamo la ricetta per il blog?

:)

proprio così, in forma di chat, bello no?

ripartiamo, tu rispondi alle mie domande

Melancholie* dice: (12:02:34)

mnmn ok

Melancholie* dice: (12:02:37)

:)

Rob dice: (12:02:41)

cosa mi serve?

Melancholie* dice: (12:02:57)

prendi il filetto di merluzzo che c’è in frigorifero

Rob dice: (12:03:10)

quant’è?

Melancholie* dice: (12:03:21)

260 grammi

Melancholie* dice: (12:03:33)

è un pezzo unico, ma lo dividiamo

Rob dice: (12:03:37)

e basta per 2, ok?

Melancholie* dice: (12:03:56)

si, 130 grammi a tesa

Melancholie* dice: (12:04:05)

testa*



Rob dice: (12:04:21)

ok. e poi?

Melancholie* dice: (12:04:34)

lo metti in una pirofila da forno..

Melancholie* dice: (12:04:48)

così com’è

Rob dice: (12:05:05)

devo ungerla?

Melancholie* dice: (12:05:11)

poi prendi tre o quattro pomodorini

Melancholie* dice: (12:05:18)

no, l’olio lo metti dopo

Melancholie* dice: (12:09:32)

poi aggiungi le spezie

Melancholie* dice: (12:09:34)

non troppe..

Melancholie* dice: (12:10:01)

metti ora l’olio.. due cucchiaini..

Rob dice: (12:10:06)

devo far scaldare il forno nel frattempo?

Melancholie* dice: (12:10:06)

e un pizzico di sale.

Melancholie* dice: (12:11:09)

si fai scaldare il forno a 180°



Melancholie* dice: (12:11:31)

metti il pesce in forno per mezz’oretta circa..

Melancholie* dice: (12:11:58)

se durante la cottura vedi che fa troppa acqua prendi una manciatina di pan grattato e mettiglielo sopra..

Melancholie* dice: (12:12:15)

e fine.. dopo mezz’ora è fatto.

Rob dice: (12:12:50)

ok



Vienna city guide*part 2

'till late

Let's talk about the serious stuff about Vienna. Let's go clubbing!


Drinking and clubs are rather cheap in Vienna, admissions are about 4-5 euros and drinks are about 3 euros for a 0,5 l beer or 3.20 euros for a mix.

For a complete listing of the weekly or daily program, just check
hauptstadt.at, for a easy and simple club finder. The best would be checking the Falter website, wich is the most popular newspaper for youth and culturally active ppl, but this will challenge your german a bit.

So here it is a selection of nice parties I know, i've been to or I've been told they are nice, but you know, things are changing so fast in the music and style business. I've posted the myspace link of those clubs so you can look at pictures and see if they macht your taste and what you're looking for.

CONTROL
http://www.myspace.com/controlvienna

MYYY BITCH CLUB
http://www.myspace.com/mybitchclub

CLUB HOT SHIT
http://www.myspace.com/clubhotshit

PLING-PLONG KLUB
http://www.myspace.com/plingplongklub

LESSTALKMOREROCK
http://www.myspace.com/morerock

DEF DISCO
http://www.myspace.com/defdisco

ICKE MICKE
http://www.myspace.com/ickemickewien

I've also noted down a list of locations and clubs where I've been and those are the places to check from time to time to see what's going on.

Transporter
Margaretenstrasse 54
1050 Vienna
www.transporterbar.com

Badeschiff Wien (Laderaum, Hauptdeck, Pool)
Donaukanallände zwischen Schwedenbrücke und Urania
1010 Vienna
+43 1 513 07-44
www.badeschiff.at

B72
Hernalser Gürtel Stadtbahnbogen 72/73,
1080 Vienna
+43 1 409 2128
www.b72.at/

Chelsea
U-Bahn-Bog-Gürtellinie 29-31
1080 Wien, Austria
+43 1 4079309
www.chelsea.co.at

Futuregarden
Schadekgasse 6
1060 Vienna

Flex
Augartenbrücke
1020 Vienna
+43 1 5337525
www.flex.at

Shelter
Wallensteinplatz 8
1200 Vienna
+43 1 9619165
www.shelter.at

Wirr
burggasse
1070 Vienna

Fluc &
Fluc Wanne

Praterstern 5,
1020 Vienna
http://www.fluc.at/

Arena
Baumgasse 80
1030 Wien
www.arena.co.at

WUK
Währinger Straße 59
1090 Vienna
+43 1 401210
www.wuk.at

Club U (im Otto-Wagner-Pavillon)
Karlsplatz/Künstlerhaus
1010 Vienna
+43 1 505 99 04
www.club-u.at

EKH
Wielandg. 2-4
1010 Vienna
www.med-user.net

Rhiz
guertelbogen 37
1080 vienna
+43 1 409 25 05
www.rhiz.org

Bricks
Taborstr. 38
+43 1 216 37 01
1020 Vienna
www.bricks.co.at

Tanzcafé Jenseits
Nelkengasse 3
1060 Vienna
+43 1 587 12 33
www.tanzcafe-jenseits.com

U4
Schönbrunnerstr. 222-228
+43 1 815 83 07-0
1012 Vienna
http://www.u-4.at/

giovedì 8 maggio 2008

Vienna city guide*part 1

Alright. Ready for some english writing... oh well I hope this will be usefull for anyone that will ever google it, in search for some tips about Vienna... and here it is...
I'll part the Vienna city guide in four, 'cause it takes quite a lot of time to write it and I don't want to wait for longer.

Vienna is one of my favourite cities. I used to live there for about six months and me and Paola have been there several times.
First thing to say is to stay away the most from the first district, also called the inner center and discover the town on all directions, from the 2dn to the 7th district, following our adresses listing.
We'll start talking about the Bars and Cafés obviously... as this is where I've spent most of my stay in town and also the best way to get into this amazing culture. Very active on social networks, this is the way viennese ppl display their very special attitude for enjoying sparetime and comfortable living.<
Eating out is also very interesting, as the vast choice of style of food you can find. Traditional dishes are influented by eastern european and italian culture but in recent time it all mixed up with turkish, arabic, asian kitchen too.


Drink and Eat out

Aromat
Very cute location, there used to be an amazing and charming sunday brunch. Now it opens for dinner only, cheap and creative.
Margaretenstraße 52
1040 Vienna
+43 1 9132453
www.arom.at

Phil
This is our favourite café in town, all the furniture are from Bananas and they are all on sale. Nice for breakfast and a coffee in the afternoon, it gets too busy after 5pm, so better call for a reservation.
Gumpendorferstrasse 10-12
1060 Vienna
+43 1 5810489
phil.info

Top Kino
Nice for a coffee or a drink, it host a small alternative cinema with a very interesting program. Check out the website for the movie listing.
Rahlgasse 1 (Corner Theobaldgasse)
1060 Vienna
www.topkino.at

Glacis Beisl
That is the place to go for some traditional Austrian dishes on a style and contemporary touch. The black wood create an elegant atmosphere; rather good wine cellar.
Museumsquartier
Entrance Breitegasse 4 Museumsplatz 1
1070 Vienna
www.glacisbeisl.at

Schikaneder
Hip and friendly bar with a good dj program. It host an alternative cinema together with the Topkino. Check out the website for the movie listing.
Margaretenstrasse 24
1040 Vienna
www.schikaneder.at

Kiosk. Wurst + Senf + Sound
Come here after the pub, to get the best organic Wurstel, interesting program of artwork exibition.
Schleifmühlg. 7/Corner Margaretenstr
1040 Vienna
+43 1 585 40 77
www.musikkiosk.at/

Espresso Bar
That one is an amazing vintage café. A stunning red leather bench and super retro wall lights makes everything back in days to the fabulous 50s.
Burggasse 57
1070 Vienna
+43 1 5268951
www.wirr.at/espresso

Das Möbel
A design shop where you first try everything before you buy. Very good breakfast. All the furniture are made by young designers for the most hip living.
Burggasse 10
1040 Vienna
+43 1 524-9497;
www.dasmoebel.at.

Naschmarkt Deli
Great turkish style food. Nice outdoor tables, great for a beer and a snack.
Naschmarkt Stand 421-436
1040 Vienna
Tel. +43 1 585 08 23
www.naschmarkt-deli.at

Kent
The best turkish food in town. Someting you can't really miss, the only stable streemarket is right in this area, so all the spiecy and exotic smells makes it an extrahordinary experience.
Brunnengasse 67
1160 Vienna
+43 1 4059173
www.kent-restaurant.at

Loos American Bar
Just the perfect bar. Dark and enlightened by warm onyx lights it is the most classical and archetypal Loos interior. A must for a serious Architectural tour.
Kärntner Straße 10
1010 Vienna
+43 1 512 32 83
www.loosbar.at

Ra mien
Asian food on a simple and freshy taste made by design.
Gumpendorfer Straße 9
1060 Vienna
+43 1 5856757
www.ramien.at

Leopold cafe
The best stop after some Schiele and Wiener Werkstette masterpiece.
Museumsplatz 1
1070 Vienna
+43 1 5236732
www.cafe-leopold.at

Point Of Sale
Ready for some New York style Breakfast? Also good for a glass of wine before a stylish dinner.
Schleifmühlg. 12
1040 Vienna
+43 1 966 98 91
www.thepointofsale.at/

Sapa
Happy healthy asian food. Amazing Thai Noodles.
Lindengasse 35
1070 Vienna
+43 1 5265626
www.sapa.at

Europa
Nice and relaxed café, very good for a sunday brunch. The place for a stop on a hard shopping afternoon.
Zollergasse 8
1070 Vienna
+43 1 526 33 83
www.hinterzimmer.at

Elektro Gönner
This simple and stylish bar is located in a courtyard on the main shopping street. Very good dj on weekdays. check out the schedule for listing.
Mariahilfer Str. 101/2.
+43 1 208 66 79
www.elektro-g.at

Halle Café-Restaurant (über Kunsthalle Wien)
MuseumsQuartier, Museumsplatz 1,
1070 Vienna
+43 1 523 70 01
www.diehalle.at

Palmenhaus
A real winter garden with giant palm. A very charming place for a drink or lunch.
Burggarten 1
1010 Vienna
+43 1 533 10 33
www.palmenhaus.at

Philiale
The Phil café is now running this old famous cinema on a perfect 60s style. The place to go to be alone in a huge cinema hall and watch a movie you've never heard about.
Foyer of the Gartenbaukinos
Parkring 12  
1010 Vienna
+43 1 581 04 89
www.phil.info/philiale/

Mezzanin
One of the few design bar in Vienna. Looks like being in the Milan Salone del mobile. Very nice furniture and cocktails.
Lerchenfelder Gürtel 43
1160 Vienna
+43 699 13 06 39 09

I ragazzi - Ristorante Pizzeria
The best pizza in town, the real italian style kitchen from the genuine sicilian staff.
Burgasse 6-8
1070 Vienna
+43 1 522 6325
www.iragazzi.at

Yellow
A fusion bar and restaurant. For same thai soup or sushi or just a drink in a style. Very nice design.
 Mariahilferstr. 127
 1060 Wien
 +43 1 595 11 55
 www.yellow.co.at

Cookieland

Tutti noi che abbiamo vissuto gli anni '80 e '90 siamo legati ai cartoni animati e ad una certa estetica che viene dal Giappone.
Hello Kitty e tutti i personaggini carini, teneri e morbidosi ci ispirano sicurezza, affetto e serenità, forse anche legati a quei ricordi d'infanzia, davanti alla Tv che passava Candy Candy e L'incantevole Creamy.
Oggi che sappiamo tutto e abbiamo tutto, sappiamo anche che tutto ciò è Kawaii, che vuol dire carino, ma per noi significa anche cool! Io per primo adoro il Giappone, la cultura nipponica e il mio sogno di sempre è quello di poterlo visitare. Ma nel frattempo adoro circondarmi di oggettini, spillette, cancelleria, libricini e quei dessert dal packaging pazzesco che trovo nel supermarket cinese vicino casa. SUSHI FOR EVER! (ovvio).
Questo per introdurre il lavoro di una ragazza di Roma che appena scovata su myspace ho subito coinvolto per una presentazione e il meritato supporto.
Claudia di giorno lavora e studia da infermiera (ho già parlato di Candy Candy?) ma è sempre stata coinvolta dalle sue zie nel fare i lavoretti e da qui con la pratica è arrivata a creare piccoli oggetti, tanto belli che non potevano rimenere nella bacheca in cameretta, ma erano perfetti per rendere super cool una maglietta o per illuminare il viso portati come orecchini. Da una che va matta per il ciambellone al cioccolato cosa poteva venir fuori? I cookies e i dougnuts di Cookieland sono pericolosi, sfido chiunque a non tentare di morderli o dargli una leccatina!



La cosa più bella di Cookieland è che non stiamo parlando di una linea che si può trovare in un grande magazzino, ma del lavoro di una ragazza, il cui talento e impegno sfornano (nel vero senso della parola) degli oggetti quasi unici, dalla tiratura limitatissima e dai prezzi al limite dello sfruttamento, perché Claudia vuole che i suoi pezzi siano accessibili, cosa che il design in generale difficilmente è.







Per contattare Cookieland proseguite la caccia sul suo myspace!
Per acquistare le prelibatezze, contattate direttamente tramite i messaggi di myspace e lanciate un ordine di tutto ciò che vi piace.

Ringrazio Claudia della partecipazione e spero Cookieland continui ad essere così diabetico e KAWAII!

mercoledì 7 maggio 2008

Walden, ovvero La vita nei boschi

Un racconto di Henry David Thoreau (Concord, 12 luglio 1817 – 6 maggio 1862) analizza il rapporto intimo dell'uomo con la natura e il desiderio di ripristinare un sincero e semplice contatto con il mondo naturale, sradicato dalla mercificazione. Walden è il nome dato da Nils Holger Moormann nel 2006 ad un modulo contenitore/abitativo. Uno spazio dove riporre gli attrezzi per il giardino, ma anche rifugio, alcova, belvedere e oggetto di divertimento.


Vediamo quindi com'è possibile, in un elemento prefabbricato, venduto in un kit completo, avere spazio per gli utensili da giardinaggio, il barbecue e persino un tavolo da pic-nic. Ma scoprendo una piccola scaletta ricavata all'interno, si accede al terrazzino soprastante in cui troviamo un tavolo da caffé e un giaciglio per un riposino pomeridiano... tutto ciò renderà difficile voler tornare in casa a fine giornata.

martedì 6 maggio 2008

Back to design?

Si, ho notato anche io che è da un po' che non scriviamo più di design con serietà. Forse sarà dovuto alla overdose post Salone del mobile e ci siamo disintossicati all'aria aperta, facendo fitness e smaltendo le sbornie consecutive di cocktail e opening vari.

Allora eccomi con un piccolo piccolo post per segnalare e pubblicizzare (mi pagassero almeno) un sito carino che potremmo definire 'ecosostenibile' abbattendo costi e consumi di produzione di massa nel Sudest asiatico, lo spreco di carta e il cattivo gusto.
e.m.papers credo faccia parte dei siti partner o protetti da Yahoo e propone cartoline fai-da-te. Scegli, compri, scarichi un PDF, lo stampi a casa tua, con la stampantina a getto d'inchiostro, segui le istruzioni e in poche mosse hai biglietti d'auguri sempre nuovi e veloci, risparmiando parecchi soldi. Utilissimo per i ritardatari, che si ricordano la domenica mattina che gli manca il bigliettino da attaccare al regalo, o al 24 dicembre sera...


Eccone uno per questa domenica... la festa della mamma!
Diciamo che noi creativi potremmo anche farne a meno di acquistare un design già fatto... ma per queste cose a volte è meglio non metterci il proprio gusto ma andare su uno standard e fare una figura più dignitosa, magari...

Asparagus officinalis


Per i mesi di aprile e di maggio a Mezzago (Mi) si festeggia il raccolto di una particolare varetà di asparago, coltivata esclusivamente in questo comune della Brianza. L'asparago rosa di Mezzago si differenzia dal pregiato asparago di Bassano per la colorazione rosa-violacea del turione, ma mantiene bianco il piede, risultando quindi dal sapore delicato e dolce.


Ho scoperto gli asparagi bianchi alla Staud's di Vienna. Un chiosco situato nell'area di Brunnenmarkt, l'unico mercato stradale stabile della città, meltin' pot di tutte le culture orientali e mediterranee. Famose sono le conserve dello Staud, che accompagnano la colazione dell'hotel Sacher, come i souvenir del Belvedere. Ma al chiosco recentemente rimodernato si propongono prelibatezze gourmet e degustazioni dei migliori prodotti austriaci e tra questi anche dei preziosissimi e delicati asparagi bianchi.


Perciò seguendo il sito della proloco di Mezzago, che sembra molto carino e benfatto, potrebbe essere un'idea fare un salto in Brianza per un'alternativa gourmet, ma senza particolari pretese. Piatti tipici sono il risotto con gli asparagi, le lasagnette verdi e certamente i classici asparagi bolliti con le uova sode.

lunedì 5 maggio 2008

Retro cycle

Per il ponte del primo maggio siamo stati in Brianza, a casa di Paola. Avendo finalmente a casa la bicicletta di Paola abbiamo deciso di fare una sorpresa e seguire la pista ciclopedonale lungo la Martersana ed arrivare fino a Cavenago Brianza in bicicletta; impresa impensabile sia per me che per Paola!
Presi da un impulso ecosostenibile, salutista e bucolico, inforcate le nostre biciclette Bianchi degli anni '30 siamo partiti e dopo 3 lunghe ore, più che altro a schivare gli incivili medioitaliani che nei giorni di festa vanno a fare la passeggiata lungo il naviglio, a godersi le pantegane e pescare rifiuti tossici o viceversa.

Ecco il percorso

Segui la mappa su Google...

Hot spot sono sicuramente l'imbocco della pista ciclabile alla Cascina dei Porni, il costeggiamento del Molinetto Country Club, il passaggio all'interno di Gorgonzola, dove la pista si restringe molto ma il lungo naviglio è particolarmente caratteristico.

C'è un sito dove recuperare informazioni sulle piste ciclabili e utili consigli. Pisteciclabili.com